pic
Da Lunedì 8 gennaio 2018 i corsi ritorneranno ad avere gli orari standard.  ...
pic
ALLENAMENTI Nel periodo festivo TURNO UNICO ore19:00-20:30 Venerdì 22 -Mercoledì 27- Venerdì  29 Dicembre 2017 Mercoledì 3 e Venerdì 5 Gennaio 2018 Da lunedì 8 gennaio allenament...
pic
Pronti, partenza VIA si riparte con i corsi di Taekwondo. Appuntamento è il 4 Settembre alle ore 19. Per tutto il mese di settembre ci sarà un unico turno unificato tutti i gradi, dai 9 anni ...
pic
Vacanze finite.. vi siete riposati? E’ ora di riporre nell’armadio l’ombrellone e la sdraio e di tirare fuori il dobok! Lunedì 5  Settembre si ricomincia!! Per tutto il mese d...
pic
A GIUGNO TURNO UNICO Lun.-Merc.-Ven. 19:00-20:30 29Giugno: esame junior-senior ...
Mar

09

Pioggia di medaglie dal Belgio!
Squadra ER

I risultati in sintesi:

Combattimento:

Vignudini Alex – ORO
Vitu Svetlana – ORO
Vitu Galina – ARGENTO
Khedir Assed – ARGENTO
Pulga Emanuele – ARGENTO
Martignani Licia – ARGENTO
Rotundo Antonio – BRONZO

Forme:
Chiappelli Mariella – ORO
Pulga Walter – BRONZO

Cronistoria di una gara aperta a tutti e per tutti i gusti! Forme, combattimento, tanti anzi tantissimi bambini e atleti di diverse nazioni in due giorni di gara non stop.
La gara del sabato – FORME-
450 iscritti su sei campi di gara con regolamento mondiale (peccato che su alcuni quadrati ci fossero solo 3 giudici locali che indubbiamente hanno condizionato l’esito dei loro quadrati).
6 i nostri atleti REGIS in gara: Khedir Assed e Martignani Licia nelle speranze; Pulga Emanuele junior; Pulga Walter nei master B; Giunchi Nadir nei master A e Chiappelli Mariella nei master B.
– La cronaca –
ASSED: il crollo; sbaglia clamorosamente un movimento alla fine della forma!! Verrà in seguito punito dai compagni di camera e “costretto” ad assicurare un risultato nella gara del giorno dopo.
LICIA: inserita in un girone veramente di buon livello, non riesce ad esprimere tutto il suo potenziale, tecnicamente impeccabile manca di grinta e potenza, qualità che i giudici locali premiavano maggiormente. Passa il primo turno poi in finale scambia la prima delle due forme obbligatorie e si classifica 4°.
EMANUELE: il passaggio dall’unica gara fatta (regionale) ad una internazionale lascia sicuramente il segno. Emozione e indubbie qualità tecniche degli avversari non potevano fare sperare di più. Si ferma alle eliminatorie.
WALTER: prima competizione in assoluto ed è subito finale a quattro; i primi due classificati sono indubbiamente di un livello superiore, mentre il terzo un gigante belga indubbiamente aiutato dai giudici prende gli stessi suoi punti. E’ BRONZO complimenti!
NADIR: il più atteso del gruppo. Reduce da numerose vittorie in campo nazionale è in cerca di verifiche in campo internazionale. Il suo è indubbiamente un raggruppamento micidiale: 23 atleti nella categoria più ostica 30/41 anni nere con nazionali olandesi belgi e francesi.
Sfortuna vuole che parta con il pettorale 1… i giudici non hanno parametri di confronto.
Ottiene un 8,50, in altri campi di gara bastava per vincere l’oro.
Grande entusiasmo che piano piano scema con le prove degli avversari, relegando Nadir al decimo posto. Si classifica comunque davanti a tutta la banda di italiani presenti. Un’ utilissima esperienza!!
MARIELLA: la sua è subito una finale a quattro (con thriller). Il risultato ovvio è PRIMA con largo margine ma… viene presentato un ricorso da parte della seconda (tale Vera Mons guarda caso capo degli arbitri belgi) su un mancato kiap nell’esecuzione di una delle due forme. Viene accettato il ricorso ed assegnata la penalità di 0,5 punti. In teoria il risultato non dovrebbe cambiare ma inaspettatamente viene declassata al terzo posto!! Controricorso immediato a tutti i livelli. Nonostante il tentativo dei responsabili di sminuire la nostra protesta portandola per le lunghe, ci dimostriamo molto testardi e particolarmente incavolati. Alla fine, dopo mezz’ora circa, viene riconosciuto l’errore dell’addetto al computer e viene dato a Mariella quel che è di Mariella: l’ORO!!
La gara della domenica – COMBATTIMENTI –
I nostri atleti: Khedir Assed e Martignani Licia nei cadetti – Pulga Emanuele junior – Abdulahagic Marko, Antonio Rotundo, Vignudini Alex, Vitu Galina e Svetlana nei senior nere.
Si parte anzi non si parte alle 10,00 come da programma ma alle 12,30. L’organizzazione ha pensato bene di aggiungere 200 iscrizioni alle 450 preventivate facendo saltare tutti i tabelloni di gara già compilati, portando a 8 i campi di gara e riducendo da 3 a 2 i rounds degli incontri.
L’inizio è sconvolgente; 8 campi che funzionano contemporaneamente con un margine temporale di un minuto per presentarsi sul quadrato; pena l’esclusione. Si crea una situazione di stress su tutti.
Il primo è ASSED 2° Class. cadetti C + 55 Kg.: si deve riscattare dalla brutta prova del giorno prima, e così è. Vince con merito e grinta i primi due incontri e cede in finale contro un “gigante” estone più grosso che bravo. Peccato: con un po’ meno di sudditanza fisica avrebbe portato a casa l’oro! Riconquista la stima del gruppo e del suo “tutor” Antonio….forse!

LICIA 2° Class. Cadetti A – 55 Kg.: vince il primo incontro con la sua proverbiale grinta (contro un’atleta juniores, accorpata in categoria per mancanza di avversarie) e si arrende nella finale contro un’ atleta belga molto brava ed esperta che, incredibile ma vero, era più alta e grossa di lei….nonostante i dodici anni dichiarati! Brava Licia
EMANUELE 2° Class. Junior C -73Kg.: esordio anche nel combattimento. Vince il primo con tanta grinta chiudendo tutti gli spazi all’avversario. La finale la conduce nello stesso modo ma perde ai punti anche se di poco con un belga di grado superiore. Un ottimo esordio!
MARKO Sen.A -74 Kg.: perde al primo incontro al Golden Point. Per nulla intimorito di combattere assieme alle nere conduce un incontro ottimo con diversi colpi al caschetto (non tutti conteggiati) avrebbe dovuto vincere prima del golden point. Nulla da recriminare i miglioramenti si sono visti. Peccato per l’arbitraggio molto di parte.
ANTONIO 3° Class. Sen.A -67 Kg.: la categoria più numerosa; 4 incontri + la finale. Nonostante gli inconvenienti fisici che ne pregiudicavano la partecipazione sino all’ultimo, come suo solito quando combatte si trasforma e dà il meglio di sé. Passa i primi tre turni rischiando solo nel terzo risolto al golden point. In semifinale incontra quello che sarà il vincitore della categoria, un belga di chiare origini marocchine alto 190 cm. veramente forte ed esperto; resiste per un round poi causa un colpo alla mano (già infortunata in più occasioni) è costretto ad abbandonare. Un leone!!
GALINA 2° Class. Sen.-49 Kg.: è la prima gara a cui partecipa come Regis dopo la sua venuta in Italia. Le sue doti in allenamento sono rincuoranti, tecnica e determinazione non le mancano. Vince il primo combattimento con sicurezza contro un’atleta spagnola e perde la finale di fronte a una quotata atleta britannica. Ottimo il debutto: sono convinto che si farà notare in futuro anche nelle gare di forme. Molti di noi si sono chiesti come abbia fatto a rinunciare a scattare delle foto durante i suoi combattimenti… nei tre giorni di gara avrà scattato non meno di 1000 foto!!
SVETLANA 1° Class. Sen -57 Kg.: tanto talento ed esperienza non accompagnati da un equilibrio con il proprio fisico la costringono a diete incredibili per rientrare in categorie di peso non sue. La condizione fisica ci preoccupa non poco. Speravo avesse più avversarie contro cui cimentarsi, invece è subito finale contro un’atleta belga.
L’inizio è un po’ timoroso e incerto, poi la scossa, il caschetto dell’avversaria si scuote i punti escono Svetti vince senza soffrire. La campionessa c’è!!
ALEX 1° Class. Sen. A -74 Kg.: seconda categoria più numerosa, occorrono tre turni per accedere alla finale e sono già le sette di sera! Tutto fila veloce e gli incontri li vince con relativo margine e tranquillità. E’ in finale. Osserviamo con interesse l’altra semifinale che vede scontrarsi un atleta di casa, un belga di colore, contro un estone coriaceo ed aggressivo. I nostri piani sono rivolti all’estone ma con grande sorpresa generale passa il belga palesemente spinto dagli arbitri. AHIA!! Si preannuncia una finale contro tutto e tutti. Occorre svegliarsi e uscire da quel torpore che aveva accompagnato Alex nelle vittorie agili degli incontri precedenti. Inizia subito in vantaggio e continua ad attaccare ma i punti non escono più anche quelli palesi al caschetto! L’incontro viene sospeso più volte per decifrare i punti contestati; gli arbitri sono in disaccordo tra loro, il pubblico, anche non di parte, inveisce incitando a gran voce Italia. E’ chiara e netta la vittoria di Alex ma nonostante tutto gli arbitri riescono a portare il match al Golden Point!!
Alex è sveglio e super motivato, una finta il belga si scopre e Alex lo infila al corpetto, il punto esce netto e pulito è finita è ORO… sono le 21,30. Grande Alex, grande REGIS!!!

M° Moreno Vignudini

Fotogallery (grazie al Maestro Moreno, a Svetlana e a Galina!)

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

Search

  • Categories

  • Cerca nel sito

    © Copyright 2018 - Taekwondo Regis Bologna
     P. IVA 02347221208